Sicurezza dei bambini in auto: arrivano i seggiolini con sensori anti-abbandono

Sicurezza dei bambini in auto: arrivano i seggiolini con sensori anti-abbandono

Finalmente la Commissione Trasporti della Camera ha approvato un’importate disegno di legge che prevede l’obbligo di montare i seggiolini salva bebè, con dispositivi acustici, che permettono di segnalare la presenza del bambino a bordo dell’auto.

Da mamma, questa è una notizia che mi ha riempito di gioia, essendo un tema veramente molto delicato.

Ogni anno sopratutto nel periodo estivo, per circostante inspiegabili succedono molte tragedie causate da amnesia dissociativa, i genitori sono convinti di aver compiuto determinate azioni, ma in realtà non è così.

Le drammatiche conseguenze sono i propri figli dimenticati all’interno delle  vetture, un dramma a cui non sappiamo dare risposta visto la morte per asfissia dei bambini.

Utilizzando i seggiolini con sensore anti-abbandono, queste catastrofiche conseguenze non dovrebbero più accadere.

Come funzionano questi sensori anti-abbandono?

I sensori  utilizzano una sofisticata tecnologia, difatti i seggiolini sono muniti di un segnale luminoso ed uno acustico.

Questi sensori si attiveranno nel momento in cui si accorgeranno della presenza del bambino all’interno della vettura al momento dello spegnimento del motore

Lo scopo sarà evitare molte tragedie dovute a una banale distrazione, un dispositivo minuscolo che può salvare tantissime vite.

In commercio si trovano già seggiolini dotati con questi sensori anti-abbandono.

Ci ha pensato Chicco, creando BebèCare, il primo sistema equipaggiato di sensori che avvisano della presenza del bambino in macchina.

Un progetto sviluppato da Chicco con Samsung, i sensori anti-abbandono sono collegati direttamente ad un’applicazione che deve essere scaricata sul proprio smartphone, dotato di tecnologia bluetooth.

I sensori entrano in funzione nel qual caso ci si allontani dalla macchina, anche solo per qualche minuto.

Il costo dei sensori anti-abbandono sarà a carico delle famiglie, per cui si auspica che saranno concessi degli sconti per incentivare il loro acquisto.

Alla data odierna qui in Italia vi è solo una proposta di legge, che ha avuto esito positivo dalla Commissione Trasporti della Camera.

La speranza è che a breve diventi di fatto una legge, perchè la sicurezza dei nostri bambini è importante, non dimentichiamocelo.

In attesa che questo avvenga, è stata aggiunta all’app per smartphone di “Waze”, il GPS social di Google la funzione gratuita di “Promemoria bimbo in auto”.

E’ una notifica accompagnata da un segnale sonoro che ricorda al guidatore di controllare con cura l’abitacolo una volta giunti a destinazione.

Per poterla usare basta abilitare la ricezione dei promemoria nel menù delle impostazioni (impostazioni, impostazioni avanzate, generale, promemoria bimbo in auto).

15 thoughts on “Sicurezza dei bambini in auto: arrivano i seggiolini con sensori anti-abbandono

  1. Io non ho figli, ma ogni volta che si sentono le tragedie dovute ai bimbi dimenticati in auto mi viene il nodo in gola. Penso a tutto quello che un genitore fa in un giorno, alla frenesia della vita di oggi e ci si dimentica delle cose fondamentali. Sono sollevata dal fatto che la tecnologia possa aiutare in questo senso, ora speriamo passi ufficialmente!

  2. La vedo un’ottima cosa. Io ho installato un navigatore che quando arrivo a destinazione mi dice “ricordati di Chandra”… ormai è grande ma non si sa mai

  3. Mi sembra un’ottima idea, si sentono fin troppe storie orribili di bambini dimenticati in macchina… e non per cattiveria! Immagino che la stanchezza di non dormire giochi scherzi terribili.

  4. mia figlia oggi ha 5 anni quindi è esclusa da questo tipo di provvedimento. In 5 anni non mi sono mai sognata una volta di dimenticarla in macchina ma chiaramente ogni persona è un mondo a sé e di incidenti di questo genere ce ne sono fin troppi. Per questo sono assolutamente favorevole a questi sensori e mi auguro che la polizia urbana faccia i controlli sulle auto che trasportano bebé. Anzi dovrebbero anche essere segnalate queste vetture con apposito adesivo obbligatorio per poterle distinguere con più facilità.

  5. Speriamo che la legge non venga appensantita da codicilli e assurdità burocratiche come troppo spesso capita alle leggi italiane perché sarebbe davvero importante che funzionasse senza problemi.

  6. La funzionalità di waze non la conoscevo! Mi sembra importantissimo per la tutela dei bimbi e dei genitori l’utilizzo dei sensori!

  7. Io credo che non si dovrebbe mai arrivare a fare una legge simile, perchè trovo inverosimile che ci si possa scordare del proprio figlio in macchina, ma purtroppo negli ultimi anni ci sono stati molti casi, e non si può restare indifferenti a questi incidenti, dove purtroppo a rimetterci sono dei piccoli angeli. Dovevamo per forza fare qualcosa.

  8. Questi dispositivi sono davvero utilissimi: il mio bambino ormia è grande, ma se avessi un neonato non esiterei ad acquistarne uno anche prima dell’approvazione della legge

  9. posso comprendere l’amnesia dissociativa, la mente piena di preoccupazioni ecc. ma arrivare ad abbandonare il figlio in auto lo trovo inconcepibile. scommetto che lo smartphone se lo ricordano! comunque ben venga questo dispositivo e anche la legge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.